Questo sito usa i cookie per login , navigazione ed altre funzioni. Usando il sito accetti l'uso dei cookie

Leggi la policy sulla privacy

Leggi la direttiva europea sulla privacy

Hai rifiutato i cookies. Puoi cambiare la tua decisione.

defender cilindro europeo non sicuroLe porte blindate sono al giorno d'oggi le strutture più colpite dai malviventi.
La loro struttura è infatti naturalmente la più esposta agli attacchi degli aggressori spesso facilitati da sistemi di protezione datati
La presenza di Defender dotati di viti di fissaggio frontali (vedi foto a sinistra) costituisce un vero e proprio invito ai malviventi che hanno sviluppato un metodo per forzare in pochi minuti le porte equipaggiate con questo dispositivo.
Si può ovviare a questo inconveniente installando un antishock ed un cilindro europeo di nuova concezione. 
 
E' utile analizzare il risultato di un furto fallito per capire meglio l'utilità dei nuovi sistemi di difesa.
Nella foto a desdefender danneggiatotra è possibile esaminare il risultato di un attacco al defender  che avviene con l'inserimento di una leva in grado di asportarlo  per rendere possibile l'accesso al cilindro stesso, successivamente forzato con l'inserimento di un tubo innocenti.
 
Come visibile nella foto, il nuovo defender ha resistito decisamente ai tentativi di scasso impedendo ai mailviventi di accedere ai meccanismi della serratura.  Le deformazioni subite fanno intuire che il metodo di scasso consiste nell'inserimento di un cacciavite tra la superficie della porta e la borchia per tentarne la rimozione.
 
La resistenza a questo attacco è garantita dallo spessore del defender e dallo spessore del metallo impiegato nella costruzione della porta blindata.
Non è purtroppo infrequente constatare in porte blindate di basso costo, che la superficie esterna è costituita esclusivamente da un pannello in legno sul quale viene praticato un foro in corrispondenza della serratura che viene ad essere fissata solo sulla fondo della porta.
E' facilmente intuibile che in queste condizioni nessuna protezione potrà resistere ai tentativi di scasso. Una ulteriore protezione può essere introdotta con l'adozione di serrature di nuova generazione: queste sono equipaggiate con un sensibile ingranaggio in grado di bloccare i meccanismi della serratura nel caso in cui vi sia un tentativo di rimozione del cilindro europeo vanificando completamente l'opera dei malviventi.
Risulta dunque importante far controllare la vostra porta da un esperto nei seguenti casi:
  1. la porta è stata installata da più di tre anni. Le nuove protezioni sono infatti disponibili solo da questo periodo di tempo.
  2. Il vostro immobile è stato acquistato direttamente dal costruttore dell'abitazione. In questi casi spesso vengono installate porte di basso costo.
  3. La vostra serratura non è del tipo europeo (ad esempio è a doppia mappa). Tale tipo di serratura è oramai considerata facile da aprire.
  4. La borchia intorno alla serratura (il defender) ha due viti di fissaggio. Questo è il segno che identifica i defender aggredibili dai ladri.
  5. La presenza di appartementi vicini con porte equipaggiate con i nuovi defender, rende infine molto più attraente la vostra porta ai malviventi.
In tutti questi casi è importante verificare ed eventualmente sostituire le componenti più datate della vostra porta per mantenerne elevata la protezione. Potete contattarci per un sopralluogo non impegnativo: verificheremo con voi lo stato di sicurezza della vostra casa proponendovi la soluzione più adeguata alle vostre esigenze.

 

Giovanni Marzulli

evitare furto | porta blindata antifurto | porte blindate | porta corazzata | serratura porta blindata | cilindro europeo porta blindata | antishock cilindro europeo | porta blindata forzata | serratura cilindro europeo
Go to top